neuer Temin, new date for K3 Film Festival

K3 UDINE - September 3rd, 2015

K3 Udine Poster
Ringraziamenti a Emanuela Biancuzzi per le illustrazioni

 

PROGRAMME OF K3 FILM FESTIVAL UDINE
SHORT FILM COMPETITION FOR FRIULI-VENEZIA GIULIA

Back again with the 5th edition of K3 Udine!!
7 short films will fight at the cinema Visionario, Udine, to get the qualification for the 3X3 competition in Villach, 16th - 20th September, there will be only one winner out of 9 short films from Carinthia, Slovenia and Friuli Venezia Giulia!
All films have English subtitles!

See you next Thursday!!!!

K3's team

From Monday you can book your ticket: +39 342 741 2592
Ticket: € 5 / € 3* *over 60 & under 18, cec club, students

 

1. C’era una volta il macchinista dei sogni di Francesco Roder – documentario

Nel 2014 i cinema italiani dicono addio alla pellicola.

 

2. Il Principe di Davide Salucci – animazione/commedia

Il Principe, come in ogni fiaba, ha il duro compito di salvare la Principessa ed uccidere la Strega. Ma presto il nostro eroe si troverà di fronte ad un paradosso irrisolvibile che riguarderà innanzitutto lui stesso.

 

3. Bloom di Lorenzo Giol, Alan Millo e Andrea Spinelli – animazione/fantascienza

In un epoca in cui i social, gli smartphone e le applicazioni puntano ad ottenere attrattive sempre più alte allontanando sempre più l'attenzione dal mondo reale ha inizio una lenta ed inesorabile apocalisse silenziosa. Bloom è ambientato in un ipotetico futuro in cui quest'apocalisse è avvenuta: il mondo reale si è spento e non esiste più, non c'è valore che non sia quello espresso in maniera colorata e allegra nei social e nelle realtà virtuali.
Il corto ha il formato dell'epoca dei social, del non impegno e del "tutto e subito": solo 15 secondi su uno schermo alto e stretto come quello dei cellulari; ed è strutturato per svilupparsi ed essere colto con 3 visioni: alla prima visione prevale la confusione nel capire cosa sia successo e cosa sia reale, alla seconda prevale la tristezza e l'angoscia, data dalla consapevolezza di un mondo che si è spento ed è rimasto vuoto e silenzioso, alla terza visione affiora la speranza nel rendersi conto che un uomo si è svegliato da quel torpore e come un germoglio (Bloom) potrà essere colui che libererà l'umanità interrompendo l'apocalisse.

 

4. The Strange Life Of Mr. Chucky di Andrea Cerovac – fiction/drammatico

Mr. Chucky vive da solo in una stamberga in mezzo alla natura. Pur di non vedere il mondo che lo circonda, la sua vita la passa al buio, nascosto dalla sua maschera antigas. A causa di questa sua chiusura, la sua vita è triste, vuota, nemmeno le azioni più semplici riescono a rallegrarlo. Una noia costante che, nel tentativo di porgli fine drasticamente, lo porterà a comprendere meglio la sua esistenza e ritornare alla luce.

 

5. Tram di Francesco Termini – fiction/romantico

A bordo di un tram, due ragazzi si notano e si siedono l'uno di fronte all'altra. Il delicato reciproco interesse, che diventa timido silenzio, attraversa il finestrino per dar vita a qualcosa di inatteso.

 

6. Le note di Giulia di Andrea Dalla Costa – fiction/drammatico

Seduta al pianoforte, immersa tra i pensieri, Giulia vive nel suo disequilibrio.
Giulia è una pianista di 70 anni alla quale viene diagnosticato un cancro terminale.
La grave malattia che l'ha colpita le ha fatto perdere il contatto con la realtà e la paura di scomparire è diventata un filtro del suo fare musica. Ma quando sembra che le note siano impossibili da trovare, i ricordi del passato, i visi di coloro che l'hanno amata, permetteranno a Giulia di accettare con coraggio un nuovo ed ultimo percorso.
Il valore di ciò che ha fatto in vita, sarà eredità importante da tramandare attraverso lo stesso amore per la musica del nipote.
Realizzato per la campagna di sensibilizzazione alle cure palliative della SICP, e interpretato dall'attrice fiorentina Giusi Merli, il cortometraggio esplora la tematica del fine vita.

 

7. Cetacea di A. Eugen Bonta – fiction/fantascienza

Anno 2074. La fine del Mondo è ormai prossima. È un mistico ed insolito canto ad annunciarla, un canto proveniente dalle oscure profondità della Terra. Giungono, tra polvere e lacrime, le ultime notizie di un comunicato televisivo. Devastante quanto una calamità, arriva la consapevolezza dell’inevitabile declino del genere umano.

 

La sfida comincia!

 

Vi aspettiamo in sala per poter provare insieme l’ebrezza del grande schermo!
Consigliamo di prenotare i posti: 342 741 2592
Biglietto intero € 5 e ridotto € 3 – per soci cec, over 60 e under 18, studenti!

Solo 3 di questi corti sbarcheranno a Villach, luminoso faro internazionale in Carinzia, da quest’edizione epicentro fisso dell’intero Festival.

Nella tappa Austriaca, che avrà luogo dal 16 al 20 settembre, riavremo quindi la Competizione internazionale, alla quale si unirà la fase finale della 3X3 in una prestigiosissima vetrina composta da un pubblico proveniente da tutto il mondo.

 

Ma cosa significa esattamente 3X3?

Niente calcoli matematici, non temete. Si tratta della competizione interregionale che da sempre porta avanti, all’interno di K3, il concetto di sconfinamento e di incontro/scontro tra le regioni che fanno parte del progetto. E’ soprattutto un’occasione importantissima per i talenti locali di emergere nella propria Regione ed essere catapultati nel circuito internazionale dove lo “scontro” culturale diverrà ancora più intenso ed appassionante.

Riassumendo: nelle tre tappe “satellite” che hanno luogo nei diversi territori abbracciati da K3 (Carinzia, Slovenia e Friuli Venezia Giulia) avvengono tre diverse competizioni regionali  dalle quali vengono selezionate, per mano delle rispettive giurie, 3 eccellenze locali tra tutti i cortometraggi raccolti durante le preselezioni.

I tre selezionati di ogni tappa raggiungono l’epicentro del Festival, Villach, e, in questo scenario internazionale e ricchissimo di appuntamenti, si scontrano con i selezionati delle altre regioni fino a decretare, grazie ad una giuria trasversale, un solo vincitore: il vincitore della competizione interregionale, che si aggiudicherà un premio in denaro, 1.500€.

Ma per tutti, vincitori e vinti quella di Villach sarà un’occasione irripetibile di incontrare un pubblico, colleghi, artisti ed esperti del settore provenienti da tutto il pianeta.
Se i vostri nomi sono tra quelli selezionati per la competizione Friuli Venezia Giulia, tenete le dita incrociate, forse state per sbarcare al  K3 di Villach proprio voi!
E se non ci dovessero essere o siete semplicemente appassionati di cinema o curiosi, vi aspettiamo tutti, il  3 Settembre al Visionario di Udine, per la tappa di K3 targata FVG!